Crea sito

PRIMO TATUAGGIO Consigli E Idee. Barba & Tatto

Barba & tattoo, un connubio perfetto! Ecco a voi dei piccoli consigli e idee su come e dove fare il primo tatuaggio.

PRIMO TATUAGGIO Consigli E Idee

I tatuaggi hanno origine già nella preistoria: simboli di cambiamento, di appartenenza o di trasformazione da imprimere sulla pelle. Ci sono alcune cose da sapere prima di farsi un tatuaggio che non possono essere sottovalutate, alcuni provvedimenti per non mettere a rischio la salute ma anche per evitare di prendere decisioni affrettate sia sul disegno che sul tatuatore. Vediamo allora tutto ciò che c’è da sapere!

Prima di farlo è necessario essere convinti del soggetto e della zona in cui lo volete. Essendo indelebile è meglio pensare bene a questi dettagli.

Ecco a voi una piccola guida!

Il Primo Tatuaggio. Come Scegliere Il Soggetto.

E’ fondamentale avere le idee abbastanza chiare sul soggetto da farvi tatuare sul corpo. Se non siete abbastanza convinti è opportuno optare per tatuaggi semi-permanenti e una volta che siete convinti passare al tatuaggio vero e proprio. Se non avete ancora scelto il soggetto potete disegnare voi il vostro tatuaggio o recarvi allo studio del tatuatore e sfogliare tutti gli album con le immagini dei tatuaggi realizzati.

Il Primo Tatuaggio Dove Farlo

Scegliere la posizione del primo tatuaggio non è mai semplice. Se non ti sei mai tatuato prima, scegliere un posto meno doloroso per farti tatuare è una buona idea. Può essere l’unico tatuaggio che farete oppure un punto di partenza. Per questo motivo oltre ad avere ben chiaro il soggetto da rappresentare è importante e riflettere con attenzione sull’area dove rappresentarlo.

Se avete paura del dolore i punti meno dolorosi sono le cosce, i bicipiti, i polpacci o altri luoghi con grosse masse muscolari. La prima volta evita di tatuarti l’interno delle ginocchia, la gabbia toracica, le ascelle, i capezzoli, le palpebre o i genitali. Se avete in mente il soggetto ma non sapete bene dove posizionarlo parlate anche con il vostro tatuatore che saprà consigliarvi.

La Scelta Del Tatuatore

Per evitare di rimpiangere, poi, una decisione presa in modo un po’ troppo superficiale, è importante considerare alcuni aspetti prima di mettere, letteralmente, la propria pelle nelle mani di uno sconosciuto. Il tatuatore ha un ruolo fondamentale. Per questo è importante scegliere un tatuatore professionista che lavora in uno studio accreditato.

Quando Fare Il Tatuaggio

Il periodo migliore per fare il tatuaggio è da ottobre a aprile. E’ meglio evitare l’estate perché il sole è nemico dei tatuaggi e il caldo favorisce la sudorazione e rallenta la cicatrizzazione della ferita. Un tatuaggio può essere considerato guarito dopo al massimo 6 mesi.

Primo Tatuaggio Come Pulirlo E Medicarlo

Per i primi lavaggi, occorrerà usare un sapone con pH neutro. La pulizia del tatuaggio è necessaria più volte al giorno fino a che non sarà completamente guarito. Questo processo dura in genere sei-sette giorni ma dipende dalla grandezza del disegno e dalla quantità di colore usato. Idratare a fondo, tra i suoi tanti utilizzi, il Bepanthenol si adatta benissimo anche alla cura del tatuaggio.

Questa crema molto oleosa è infatti l’ideale per lenire la parte sensibile e idratarla a fondo. Il consiglio è quello di massaggiare delicatamente fino a completo assorbimento. Per il giorno non bisogna usare indumenti acrilici, attillati, ruvidi che possano quindi danneggiare il tatuaggio. Da evitare palestra, piscina e sport che fanno sudare. Il tatuaggio guarisce completamente in venti giorni. In questo periodo cercate di usare abbigliamento in fibre naturali molto comodo e morbido ed evitate sfregamenti sull’area del tatuaggio.

Come riconoscere un’ infezione

Un tatuaggio infiammato si presenta gonfio e molto sensibile, quasi impossibile da toccare. I bordi del disegno saranno parecchio arrossati mentre nella parte interna il colore del tatuaggio apparirà palesemente opaco e smunto.

Cosa fare?

Ti consigliamo è di andare dal medico (o eventualmente dalla guardia medica) e farti dare una crema antibatterica e delle garze sterili. In caso di sintomi gravi il dottore potrebbe consigliarti anche degli antibiotici, ma in genere l’applicazione della crema medicinale è più che sufficiente per far guarire l’infezione in pochi giorni. Continua a lavare il tatuaggio con il sapone a pH neutro e segui i consigli del medico, vedrai che guarirà e il risultato sarà ottimale.

Leggi anche: Dal barbiere ai tempi del Coronavirus e 13 curiosità sulla barba che non sapevi

In questo articolo sono presenti oggetti affiliati, acquistandoli riceviamo una piccola percentuale che aiuta al mantenimento del sito, il prezzo per voi non viene maggiorato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.